• 1
  • 2
  • Home
  • La storia del "Baglio"

La storia del "Baglio"

La prima fondazione del baglio di Scillato, al centro della zona dove fino agli anni Ottanta del secolo scorso si coltivavano le arance di due qualità, il biondo e il sanguinello di Scillato, si colloca probabilmente tra la fine del XVII e l'inizio del XVIII secolo. Leonardo Cipolla, proprietario dei giardini, vi fece costruire nel 1717 una chiesetta che porta il suo nome iscritto sull’architrave, insieme alla data di costruzione, e allo stemma di famiglia costituito da una cipolla stilizzata chiusa da due volute decorative.

Un secolo dopo, nel 1825, i quattro figli di Mario Cipolla, discendente di Leonardo e ancora unico proprietario, divisero tra loro i giardini, l’acqua di irrigazione secondo una turnazione durata fino ai nostri giorni e le case del baglio che intanto aveva certamente subito vari rimaneggiamenti.

La forma della struttura è quella della tradizione siciliana a forma di U capovolta, originariamente chiusa da un alto muro. La chiesa affianca alla base uno dei lati costruiti.

La prima domenica di Settembre si festeggia, o si festeggiava fino a pochi anni fa, la Madonna del baglio.

storia (7).jpgstoria (1).jpgstoria (6).jpgstoria (3).jpgstoria (5).jpgstoria (4).jpgstoria (2).jpg